Vittimismo a corte

Oggi è una di quelle giornate in cui le lancette girano lente e le rotelline del cervello fanno il fumo.

Sento proprio il bisogno di aprire il sacco e svuotarlo, perché sono esausta del vittimismo immotivato che respiro nell’aria.

La parola che odio di più al mondo è “poverina”, e se poi è riferita a me ancora di più: fare pena non è una gran cosa.

Lamentele continue, autocommiserazione, fustigazioni emozionali, piagnistei immotivati.

Associo il vittimismo più alla sfera femminile e tantissime volte sono passata da insensibile o meglio, stronza, perché non mi accodo alle pacche sulla spalla o ai “andrà tutto bene” molto di tendenza negli ultimi due anni.

Ma che ci posso fare se non mi commuovono o non provo compassione per gli esseri fragili e disarmati?

Io sono più per: “Asciuga le lacrime e reagisci” o “Il fondo è stato toccato e puoi solo risalire”.

Alzi la mano chi non ha un disastro di qualsiasi genere da gestire o una crisi in atto. Penso sia la quotidianità.

Eppure c’è chi non ce la fa ed è un continuo lagnarsi, un muro del pianto inconsolabile in pianta stabile.

Ho sempre pensato che ad ogni azione corrisponda una reazione, e se fai delle cagate poi, non puoi pretendere che il mondo si fermi per soccorrerti, e che tutta l’attenzione venga rivolta a te, soltanto a te.

Gli uragani ti colpiscono anche senza motivo apparente, ma se si è pronti e allenati non finirai in mezzo, puoi schivarlo.

A tutto c’è rimedio, tranne che alla morte.

Poi, io ci sono sempre per tutti quelli a cui voglio bene, e loro lo sanno bene, ma di drama queen ce ne può essere solo una.

Cercate di lasciar perdere le piccolezze, l’astio che pensate rivolto a voi, e il “succedono tutte a me” accantoniamolo, perché arriverà il giorno in cui i soccorritori non potranno arrivare in tempo e voi capirete che ce la potete fare benissimo da sole.

Pubblicità

8 pensieri su “Vittimismo a corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...